diario di un'italiana in ghana

Tu rubi, io ti ammazzo di botte

Qui in Ghana non è una novità, è anzi considerato da molti normale: beccare un ladro (o anche sospetto) in castagna e farsi giustizia da sé. Spesso questo significa il linciaggio e a volte l’impiccagione.

È successo a Wa nel Nord del Ghana, non nuovo a questi episodi. Alcune donne hanno scovato i ladri e li hanno ammazzati di botte: è il solo modo che abbiamo per difendere le nostre cose, hanno detto queste donne la cui attività è il piccolo commercio nei mercati locali.

Qualche mese fa era accaduto per il furto di alcune capre. E mi hanno raccontato che qualche anno fa, sempre il furto di alcune capre, ha provocato una vera e propria battaglia tra famiglie, rivali per l’occasione. Sempre nel Nord del Ghana.

Che la legge del Far West non sia giusta è ovvio, ma dove la legge è a volte corrotta, lenta, disattenta, non è strano che si pratichi la strada del fai da te. Soprattutto da gente che deve difendere con i denti quello che ha, soprattutto in un Nord che sembra un altro Paese e come un altro Paese se ne sta solitario.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...