diario di un'italiana in ghana

Come muore una stella marina

Avete mai visto morire una stella marina? Con dolcezza piega i suoi raggi, si accartoccia poco poco, lentamente, poi si stende di nuovo. Con la stessa lentezza. Fino a fermarsi, bloccarsi, perdere colore e morbidezza. Fino a morire. Ma prima, manda segnali, segnali chiari. Si avvertono, si sentono… La sensazione – se la tieni nelle mani – è che stringa, ti chieda sostegno, aiuto. Si aggrappi a te.

Non ha occhi una stella marina, non ha bocca, non ha suoni da noi percepiti. Per questo la avvertiamo “inferiore”? Per questo non pensiamo che viva? Eppure è una creatura complessa, la stella marina. Un miracolo, una prova della perfezione della natura.

Spesso finisce nelle reti dei pescatori o nelle mani di qualche bambino senza educazione né conoscenza. Te la porgono come regalo. Un bel regalo. Non posso rifiutarle, non posso gettarle via. Non posso riportarle in mare Troppo tardi.

Così ne tengo qualcuna. A ricordarmi, non so perché, la vanità del possesso.

20150320_124557

Annunci

1 risposta »

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...