culture

In Ewe la favola dell’uomo che sta dritto in piedi

Si moltiplicano – anche grazie alla Rete – le occasioni di leggere storie, romanzi e anche favole nelle lingue locali del continente africano.

Spesso, si sa, la lingua rappresenta una forma di potere, di supremazia politica e sociale. Avviene anche in Ghana, dove è forte – ma solo dialettica – la “competizione” tra i gruppi tribali.

Stavolta vince l’Ewe. Nel progetto di Jalada – collettivo di scrittrici e scrittori pan-africani, il cui obiettivo è pubblicare opere di autori africani – quella finora più tradotta non compare ancora in lingua Twi ma – appunto – in Ewe.

La trovate qui. Titolo originale, in inglese, “The upright revolution: or why humans walk upright“. L’autore, lo scrittore keniota Ngũgĩ wa Thiong’o, è non solo un intellettuale, ma un rivoluzionario.

****************************

Sono passati trent’anni da Decolonising the Mind: the Politics of Language in African Literature (“Decolonizzare la mente: le politiche del linguaggio nella letteratura africana“). Da quella sorta di manifesto sulla decolonizzazione linguistica,  Ngũgĩ wa Thiong’o, non ha mai smesso di produrre nella sua lingua madre, il Kikuyu. E non ha mai smesso di stimolare il dibattito, ma soprattutto la coscienza civile e intellettuale africana sulla necessità di affrancarsi dalle sottili logiche mentali radicate dai tempi del colonialismo – e prima ancor dai tempi della schiavitù.

A partire dall’uso della lingua che – ovviamente – non è solo fatta di parole e frasi, ma stabilisce relazioni e anche meccanismi di potere. Usare la lingua madre rappresentava per lo scrittore attivista, un modo primario (non secondario o successivo) per combattere l’imperialismo e quella che lui definisce “alienazione coloniale” e – oggi – il neo-colonialismo. [continua su Voci Globali]

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...