africa news

Rifugiati, solo 75.000 reinsediamenti nel 2017. Il rapporto di UNHCR

È lentissimo il processo di reinsediamento dei rifugiati, anche dei pià vulnerabili, tanto che occorreranno almeno 18 anni per poter reinsediare quelli che al momento sono in attesa.

È quanto emerge dal Projected Global Resettlement Needs 2019 rilasciato dall’UNHCR. L’organismo per i rifugiati nel suo report ha sottolineato”l’enorme e crescente divario tra il numero di rifugiati che necessitano di reinsediamento e i posti messi a disposizione dai governi di tutto il mondo“.

Il numero di rifugiati che necessitano di una soluzione in Paesi terzi è cresciuto – si legge in una nota dell’organismo umanitario delle Nazioni Unite – e si prevede raggiungerà 1,4 milioni nel 2019, mentre il numero di posti di reinsediamento a livello mondiale è sceso a soli 75.000 nel 2017.

Abbiamo bisogno che più Paesi aderiscano al piano di reinsediamento – ha detto Filippo Grandi, l’Alto commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati – ricordando che tale approccio è stato deciso dai 193 Stati membri dell’ONU nell’ambto della Dichiarazione di New York per rifugiati e migranti.

Al momento sono 35 i Paesi che partecipano al programma di reinsediamento dell’UNHCR. I rifugiati “coprono” 36 nazionalità, quelli provenienti dalla Siria e dalla Repubblica Democratica del Congo hanno costituito due terzi del bisogno di reinsediamento nel 2017. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...