africa news

Perché le bandiere africane si somigliano. Panafricanismo e orgoglio storico

Vi siete mai domandati perché le bandiere delle nazioni africane contengono quasi tutte gli stessi colori: verde, rosso, giallo ? Tutti e tre, uno soltanto, e in diverse variazioni.

african flag2.png

Il motivo ha a che fare con l'”orgoglio storico“. E la risposta arriva dall’Etiiopia. Già nel XVII secolo pare che viaggiatori europei avessero notato il carattere simbolico di questi colori presso le popolazioni locali, ma è nell’Etiopia dell’imperatore Menelik II che assumono un’importanza diretta.

menelik

L’imperatore Menelik II in una rappresentazione dell’epoca

Dopo la battaglia di Adua (1 marzo 1896), dove le truppe dell’imperatore diedero una sonora sconfittta a quelle italiane, vittoria che preservò il Paese dalle mire colonizzatrici ed espansionistiche dell’Italia di Mussolini, l’imperatore adottò la bandiera nazionale. Una bandiera costituita, appunto dai tre colori: oro, rosso e verde e al centro il leone di Giuda, simbolo della tribù israelita di Giuda di cui il primo re etiope, figlio di Salonmone si diceva fosse diretto discendente. Una discendenza arrivata poi all’imperatore Haile Selassie.

Il Ghana, primo Paese dell’Africa sub-sahatuiana ad ottenere l’indipendenza dal giogo coloniale, decise anch’esso – con Kwame Nkrumah primo presidente –  di adottare i tre colori per la bandiera nazionale e a seguire fecero lo stesso – adottando proprie modifiche – le nascenti nazioni africane diventate indipendenti.

I tre colori diventarono così il simbolo dell panafricanismo, dell’unità africana, di un percorso che si voleva basato sulla fraternità, l’unione, la collaborazione.

Ed è appunto al movimento della lotta per i diritti e la dignità dei neri e al panafricanismo, che si ispira il colore nero, adottato, come variazione da altri Stati africani, Fu Marcus Garvey a volere, nel 1920, all’atto della creazione dell’Universal Negro Improvement Association, una bandiera di tre colori; rosso come il sanmgue versato dai popoli africani, verde a simboleggiare le ricchezze naturali del continente e nero come il colore della pelle africana.

Le eccezioni sono strettamente connesse alla storia di quesi Paesi, come per esempio la Somalia. che ha una bandiera che si “lega” al ruolo delle Nazioni Unite nella transizione all’indipendenza e la Liberia, la cui bandiera è simile a quella degli Stati Uniti d’America. Difatti la Liberia non esisteva. A fondarla furono ex schiavi provenienti dagli USA, dove i loro antenati erano stati portati in catene.

Va ricordato, infine, che la bandiera con i colori; rosso, verde e giallo (anzi oro) è anche il simbolo dei rasta e dal movimento rastafari.

rasta house

Nella ideologia (e attegiammento) rastafari l’afrocentrismo è elemento fondamentale. E spesso la bandiera utilizzata è quella con il leone nel centro, collegato alle credenze religiose e al legame con Haile Selassie, considerato l’erede della dinastia Salomonide, che secondo la tradizione avrebbe origine dal re Salomone e dalla regina di Saba.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...