africa news

Shield Africa 2019, da Abijan la conferma: il mercato delle armi continua a crescere

Più guerre più armi. È questa l’equazione giusta o piuttosto il contrario? Che cioè il mercato delle armi – che ha bisogno di rimanere forte e stabile – “stimoli” la facilità con cui i conflitti, grandi e piccoli nascono e si espandono?

Una risposta indiretta arriva dalla recente esposizione internazionale sulla difesa e la sicurezza, organizzata da Shield Africa ad Abijan, capitale economica della Costa d’Avorio.

La fiera ha attratto 113 espositori provenienti da 29 paesi, con 50 delegazioni ufficiali. Un’affluenza, a detta degli espositori, quattro volte superiore a quella di quando si tenne il primo evento, nel 2013.

Un mercato, quello delle armi in Africa, destinato a crescere del 50% nei prossimi 5 anni, hanno commentato analisti presenti alla quattro giorni espositiva. L’impegno economico nel settore della difesa rappresenterebbe però una goccia d’acqua confrontata al mercato mondiale: 42,6 miliardi di dollari su 1,731 miliardi nel 2017, secondo dati del SIPRI (Stockholm International Peace Research Institute). Più massiccio è lo smercio illegale e sottobanco.

Nel 2017 i primi cento produttori al mondo hanno totalizzato un guadagno pari a 398.2 miliardi di dollari. E, sempre secondo il SIPRI, dal 2002 ad oggi, le spese per la difesa e le vendite di armi e servizi collegati sono incrementati di anno in anno.

Tra le nazioni che guidano l’industria mondiale degli armamenti ci sono ancora Stati Uniti (al primo posto), Russia, Cina, Regno Unito (il più grande produttore di armi dell’Europa occidentale), Francia, Israele.

L’Africa sta vivendo una forte crescita economica, ma anche nuove minacce. (Una conferenza della quattro giorni ad Abijan ha anche riguardato i confini e la loro messa in sicurezza).

È il continente che ha subito più attacchi terroristici nel 2017 e le minacce per l’ambiente, come il bracconaggio e la pesca illegale, sono in aumento. E così si investe sulle armi e sulle guerriglie.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...