africa news

“Fuck Oppression” il messaggio dell’attivista/poeta Nyanzi subito dopo la scarcerazione

Fuck Oppression” È questo il messaggio che Stella Nyanzi ha inviato a chi l’aveva messa in carcere ma che ieri ha dovuto rimetterla in libertà a seguito della decisione dell’Alta Corte di Kampala.

L’attivista, accademica, scrittrice ugandese era stata arrestata lo scorso agosto e condannata a 18 mesi di prigione con l’accusa di cyber harassment, vale a dire molestie online nei confronti del presidente Yoveri Museveni.

La donna mentre era in carcere aveva continuato a scrivere, in special modo testi di poesie che sono state pubblicate recentemente in una raccolta.

E sempre mentre era in carcere, il Il 16 gennaio scorso, Stella era stata insignita dell’Oxfam Novib/PEN International Award for Freedom of Expression.

Pare che la donna dopo questo incontro (vedi video) con simpatizzanti e giornalisti immediatamente all’uscita del carcere di Luzira, abbia avuto un malore. Si era persino sparsa la voce che dopo poco era stata ricondotta in prigione.

L’appoggio delle donne ugandesi e di tutto il mondo è stato un grande sostegno per l’attivista (e una grossa spina nel fianco di Museveni).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...