africa news

Ruanda, arrivano i robot per combattere il virus. Possono testare 150 persone al minuto

Robot umanoidi al servizio della lotta al coronavirus. Cinque robot di questo genere sono stati consegnati in Ruanda e serviranno sia per lo screening dei pazienti che la consegna di alimenti e farmaci a coloro che hanno contratto il Covid-19.

A dare la notizia è stato Daniel Ngamije, il ministro della Sanità ruandese, che ha sottolineato che queste nuove misure sono anche finalizzate a ridurre l’esposizione degli operatori sanitari ai pazienti Covid.

Ai robot, realizzati da una società con sede in Belgio, sono stati anche stati dati dei nomi, ovviamente ruandesi – Akazuba, Ikizere, Mwiza, Ngabo e Urumuri -.

Tra i compiti (e abilità) dei robot c’è la possibilità di fare collegamenti di videoconferenza tra pazienti e medici; la capacità di effettuare lo screening da 50 a 150 persone al minuto; la registrazione e memorizzazione dei dati dei pazienti; la capacità di avvisare gli operatori sanitari di anomalie e di avvertire le persone che non indossano le mascherine o le indossano in modo improprio

In Ruanda operano due strutture di trattamento Covid: una si trova alla periferia della capitale, Kigali, e l’altra nella città sud-orientale di Nyamata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...